La Bologna del fumetto – Mostre all’aperto

Logos edizioni espone due iniziative sui muri della città

Nella serie di articoli proposti finora, abbiamo affrontato il fumetto a Bologna guardandolo da diverse angolazioni. Ci siamo soffermati sugli autori, sui redattori, sui promotori, sui distributori.

Tutti anelli di una catena che persegue pur sempre l’obiettivo di arrivare a farsi leggere, per esprimere ed imprimere qualcosa al fruitore. Anche se fosse semplicemente per caso.

Bologna è storicamente una Mecca del fumetto. Nel territorio petroniano hanno trovato terreno fertile esperimenti poi fruttiferi tanto da essere trapiantati anche altrove. Per ragioni ancora misteriose, la ricettività bolognese per questo medium è elevatissima.

Per questo motivo non è sorprendente che Lorenzo Mattiotti e Logos Edizioni abbiano scelto proprio la Dotta per presentare l’ultimo lavoro dell’autore (insieme a Jerry Kramsky), “Ghirlanda”, in una mostra all’aperto. Si trova, questa, in via Indipendenza, e nella laterale via San Giuseppe.

Di questa esposizione en plein air è particolare il contrasto tra l’ambiente esterno ricco di stimoli visivi, uditivi e olfattivi e l’asepsi del bianco e nero di disegni e ambientazioni. Il lavoro, ha spiegato l’autore nei giorni precedenti, è una graphic novel di genere fantastico incentrata su Ghir, animali un po’ orsi e un po’ trichechi.

Sempre Logos ha poi raddoppiato l’iniziativa, esponendo in via dell’Abbazia anche alcuni disegni tratti da “Amigos” di Roger Olmos. Anche qui c’è una frattura tra il luogo e il lavoro: allo spazio delimitato cittadino del primo si contrappone la libertà campagnola che viene espressa dal secondo.

Una finestra su una realtà paesaggistica e naturale, quindi, peraltro in una zona angusta, ma di quell’angusto malinconico, che richiama un piccolo mondo antico in cui ci si può liberamente perdere di propria volontà.

Due iniziative lodevoli, dunque, che il fruitore può godersi senza prezzo del biglietto da acquistare. Un bene per l’arte, un privilegio per l’umanità.

“Ghirlanda” in via San Giuseppe

 

“Amigos” in via dell’Abbazia 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *