Era il 7 gennaio 2015 quando, a Parigi, veniva colpita la sede del giornale satirico francese Charlie Hebdo dedito alla pubblicazione di vignette e articoli caustici e dissacranti nei riguardi della politica (soprattutto soggetti di estrema destra) e ogni tradizione religiosa (in particolare il Cattolicesimo, l’Islam e l’Ebraismo).

All’indomani dell’attentato, rivendicato da Al-Qaeda nella Penisola Arabica (o Ansar al-Sharia), branca yemenita di Al-Qaeda, le reazioni del mondo politico e quello civile sono state durissime.
E’ stato considerato un colpo non solo alla libertà d’espressione (anche in materia religiosa), ma allo stesso ordinamento civile. Celebre è ancora l’hashtag #jesuischarlie.

Ma non è andata così a Bologna, quando gli esponenti del Cassero hanno organizzato l’evento “Venerdì Credici”.
“Offesa alla religione” o ancora “un insulto di inarrivata bassezza e di diabolica perfidia a Cristo in Croce”; questi ed altri sono stati i commenti espressi a caldo e a freddo.

A questo punto vien da chiedersi se la satira è uguale per tutti.
Cosa c’è dietro?

Noi del Centro Studi Laicità Unibo ne parleremo il giorno 6 MAGGIO 2015 alle ore 19 presso l’Aula A in Via Centotrecento,18.
Ne parleremo con:

– BRANA’ VINCENZO (Presidente Circolo Arcigay Il Cassero.);

– Dott. CARUSO CORRADO (Professore di diritto costituzionale – Scuola di Giurisprudenza, Università di Bologna);

– Dott. CONTE FRANCESCO (Dottorando presso l’Università di Bologna e giornalista di LERCIO);

– Prof. SARTI MAURO (Professore Scuola di Lettere e Beni culturali e giornalista)

Modera Antonio Cormaci

Link dell’evento: https://www.facebook.com/events/1580314765582368/1580318152248696/11187412_609552779181978_2015006760138718184_o

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.