Avete presente l’amore vero, quello che può capitarvi una sola volta nella vita? Questo è l’amore che vivrete all’inizio del film, ma ad un certo punto spariranno gli occhi a cuoricino e una sola domanda accompagnerà ogni singolo minuto della proiezione: perché?

Il film è tratto dall’omonimo bestseller di Gillian Flynn. Il thriller vede protagonista Nick Dunne, interpretato da Ben Affleck, uno scrittore che si innamora di Amy, Rosamund Pike. Vivono a New York per un paio d’anni, ma la malattia della mamma di Nick e la perdita del lavoro dello stesso li porteranno a trasferirsi.

l'amore-bugiardoPH1

Tutto nella loro storia d’amore sembra perfetto; ma il giorno del loro quinto anniversario di matrimonio Amy scompare. Attorno a questo evento gira tutto il film.

Perché?

Come?

Chi?

Il miglior indiziato? Il marito.

La vicenda, per l’importanza e la fama dei due protagonisti, diviene di rilevanza nazionale. Lui, da marito, diventa prima indiziato della polizia e, in seguito, unico colpevole per i media e per l’intera nazione. Intorno a questa sparizione (o forse morte) il genio di Fincher, il regista di Seven, ma soprattutto di Fight club, viene fuori e non si smentisce. Per ognuno dei suoi 149 minuti il film riesce a tenerti incollato alla poltrona e un piccolo senso d’ansia ti assale sempre più, man mano che entri nella storia.

L'amore Bugiardo - biblioteca
Il film mette in luce due aspetti. Da un lato la forza prorompente e devastante del matrimonio, in cui l’amore perfetto si rivela un mix di menzogne. Dall’altro lato, forse quello più caro al regista, l’influenza che i media hanno sulle persone. É lo stesso tema che ritroviamo in Social Network, film alle prese con l’ascesa di Facebook, tramite il quale ci mostra la forza dei media e come possano riuscire a manipolare il nostro pensiero, convincendoci di una cosa e, un secondo dopo, dell’esatto contrario.
A questo punto non resta che vederlo per rispondere a qualche domanda e per scoprire/riscoprire il genio di Fincher.

Si ringrazia il cinema Galliera di Bologna, senza il cui contributo questa recensione non sarebbe stata realizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.