natale
Natale alle porte!

Natale è alle porte e quest’anno non puoi più giustificarti dicendo “ma io sono fuori sede, non ho soldi”, perché i tuoi ti hanno dato denaro in più apposta. No, quest’anno non hai scampo: devi fare i regali di natale alla famiglia.

Panico!

L’ultima volta che hai fatto un regalo hai comprato una birra “salvaeuro” a quel tuo amico perennemente senza soldi. Ma respira, la soluzione c’è.

Ricordi quando da piccolo arrivava a Natale quella parente che non ti vedeva “da quando eri piccolo così”? Cosa ti portava come regalo? Un libro! Solitamente il meno compatibile possibile con i tuoi gusti, ma questo particolare è meglio lasciarlo al passato.

Che libro regalare or dunque?

Allo zio simpaticone:
Se sentirai tuo zio ridere da solo nell’altra stanza non preoccuparti, non è impazzito, sta solo leggendo il tuo fantastico regalo di Natale, “Vacanze matte” di Richard Powell. Sebbene sia stato scritto nel 1959 (conservate lo scontrino quindi, magari lo zio l’ha già letto; oppure rubatevi il suo regalo, quello che conta è il pensiero) questo romanzo conserva una carica umoristica difficilmente paragonabile. Narra la storia della famiglia Kwipmer che decide di improvvisarsi pioniera nel bel mezzo del suolo americano, ma di più non voglio dirvi (tanto esiste wikipedia).

Alla sorella in periodo “voglio-un-cucciolo”:
Chi in gioventù non ha desiderato almeno una volta un cagnolino da strapazzare e traumatizzare? Se vostra sorella è in questo periodo esiste un libro adatto a lei, il conosciutissimo “Io e Marley” di Jhon Grogan. Probabilmente avrete visto il film, che non è riuscito a rendere giustizia alle abilità narrative di Grogan. In ogni caso, questo romanzo vi farà fare un’ottima figura con tutta la famiglia: ai genitori sottolineerete quanto il libro mostri le difficoltà di accudire un cane, la sorellina sarà felice perché la foto del cucciolone sulla copertina è già sufficiente.
N.B. Esiste anche la versione per ragazzi, toglie le poche scene di sesso presenti, così anche la nonna cattolica convinta sarà accontentata.

Al fratello fissato con i giochi di ruolo:
Vostro fratello non fa altro che fissare con occhi vacui il pc? Mamma non ne può più dei gadget del Lucca Comics sparsi per la sua stanza? Papà sta iniziando a capire che i champs di League of Legends non sono delle patatine? La situazione è grave. Ma arriva il super universitario a salvare la famiglia. Stranamente con un libro. “Il trono di spade” di George R.R. Martin, diventato famoso grazie soprattutto alla serie televisiva e all’abitudine dell’autore di fare stragi tra i suoi personaggi con una certa periodicità, potrebbe far distogliere gli occhi di vostro fratello dallo schermo. Si tratta di una saga fantasy lunga e complessa, quindi assicuratevi di comprare il primo libro e non l’undicesimo.

Alla nonna:
Che si regala alla nonna? Sicuramente non un libro di cucina, lo prenderebbe come un insulto personale. Che si regala alla nonna? Mistero. In fondo alla nonna basta vedervi ingrassare di 5kg durante le feste. Fatela felici e siate grassi, miei cari lettori.

Non ci resta che augurarvi buone feste! La maratona natalizia sta per cominciare: abbuffatevi di tombola, sette e mezzo, torrone, presepe, parenti; ovviamente non rinunciate alla compagnia di un bel libro per riposarvi. E preparatevi a salutare anche l’anno! Ci auguriamo di poter congedare anche il mantra “mai una gioia“.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.