Orange Is the New Black: Drama o Comedy?

Orange-is-the-New-Black-Poster1

 

Mesi fa giravo per il web alla ricerca di una serie tv stimolante, qualcosa di fresco, di nuovo…una novità. Oramai di serie ne ho viste, di quasi tutti i generi, ma sapete dopo un po’ hai bisogno di qualche boccata di aria fresca e così mi sono imbattuto in Orange is the New Black, che dire. Ho trovato finalmente qualcosa di nuovo, e così mi sono visto tutta la prima stagione, poi la seconda. Ma cosa c’è di così bello in questo telefilm Comedy/ Drammatico?  E soprattutto, è più Comedy o più Drama?

Orange is the New Black, (abbreviato con OITNB solo per i telefilm dipendenti “pigri”), è un serie televisiva statunitense trasmessa in streaming sulla piattaforma Netflix, conosciuta per essere una società che offre servizi quali noleggio DVD, videogiochi e dal 2008 anche lo streaming online tramite abbonamento mensile. Infatti dal 2011 questa piattaforma ha iniziato a produrre serie televisive trasmesse in streaming, serie che hanno riscosso un noto successo come appunto Orange is the New Black, così come House Of Cards e Hemlock Grove. La serie composta da 2 stagioni di tredici episodi è stata rinnovata per una terza che uscirà tra pochi mesi e verranno rilasciati tutti e tredici gli episodi della terza stagione in streaming online. Che dire, io amo Netflix, invidio un sacco gli americani, ma purtroppo dobbiamo accontentarci della versione italiana, un po’ “poraccia”, che è Infinity.

Nel telefilm in questione creato da Jenji Kohan, veniamo catapultati in un mondo tutto al femminile dove vengono affrontati temi molto delicati quali razzismo, omosessualità, problemi esistenziali, violenza e dipendenza. Ambientato in un carcere femminile il regista ci mostra una realtà diversa, una società malsana, approfittatrice, riuscendo in un modo davvero originale a farci sorridere.

La storyline gira intorno alla protagonista, Piper Chapman, interpretata da Taylor Shilling, una trentenne newyorkese che si ritrova a scontare una pena di 15 mesi di carcere per aver collaborato al trasporto di soldi di provenienza illecita ben 10 anni prima con la sua ex ragazza, una trafficante di droga di fama internazionale. La serie attraverso vari flashback ci mostra il passato della protagonista per poi spostare la panoramica sulla condizione femminile, sulle condizioni sociali e dei problemi delle altre carcerate mostrando le colpe e i rimorsi di queste donne, ma rivelando al tempo stesso un lato umano. Attraverso il sarcasmo si vuole mostrare il lato ironico che si nasconde dietro alle tragedie e ai drammi delle detenute, dove un po’ vittime e un po’ carnefici vengono spogliate per farci rendere conto di una cosa ancora più importante. Nelle loro imperfezioni sono esseri umani.

Orange_is_the_New_Black_Ensemble_Poster

 

Curiosità: All’interno troverete tutti un vostro personaggio preferito, qualcuno che vi rispecchi dentro o fuori, ci sono dei casi speciali, personaggi che mostrano storie davvero drammatiche e credo che abbiano un profilo psicologico davvero ben costruito. Vorrei accennarvi di Sophie, molto a tema LGBT, grintosa e tenace, ma dentro delicata e dall’animo gentile, la sua storia è davvero singolare, una donna rinchiusa nel corpo di un uomo che un giorno prende una decisione importante, sbocciare per essere se stessa.  Attraverso i flashback vedremo il suo percorso e le difficoltà che ha affrontato per diventare una gran donna.

Quindi guardatevi il Pilot e mi raccomando, indossate una tuta arancione perché il nero non va più di moda.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *