Quanto Basta. Inutile cercare in Internet. La tecnologia, rarità di questi tempi, non fornirà, in tal caso, alcuna informazione circostanziata, il motore di ricerca non rimanderà ad alcun sito specifico. Per conoscere Q.B., è necessario recarsi direttamente in Via del Pratello 103.

Non aspettatevi insegne appariscenti, menù esposti a caratteri cubitali fuori dal locale, speranzosi di attirare l’attenzione di avventori superficiali. Niente di tutto questo. Non rientra nello stile di Quanto Basta. Q.B. segue una linea diversa, parla un linguaggio differente. Eleganza, intimità, cura dei dettagli sono parole decisamente più appropriate per avvicinarlo nel modo corretto.

Entrando, sarete accolti da persone disponibili, che vi indicheranno il vostro tavolo (precedentemente prenotato, sia chiaro!), vi lasceranno il tempo di prendere posto e di mettervi a vostro agio. Solo a questo punto, con estrema cura, vi verrà illustrato il menù. I clienti più inquadrati, classici, amanti della cucina romana doc, si lasceranno sicuramente tentare dalle proposte che troveranno scritte sul foglio tra le proprie mani. E allora largo a cacio e pepe, gricia, alici e pecorino, rigatoni all’amatriciana (di nuovo: rigatoni all’amatriciana! Solo il nome rende l’idea della ricchezza e potenza del piatto) per i primi; spazio a saltimbocca, trippa, coda alla vaccinara e costolette d’agnello scottadito per i secondi. La scelta potrebbe tranquillamente essere fatta a occhi chiusi, la possibilità di sbagliare, di non rimanere soddisfatti, è nulla. Per i clienti amanti del rischio, inclini a sperimentare, esistono poi le proposte fuori menù, illustrate a voce dal personale. Sperate di sentir parlare di passatelli asciutti con pepe, pecorino e guanciale croccante.. sono una garanzia. Da non sottovalutare, inoltre, gli elaborati contorni, sempre secondo disponibilità stagionale, capaci di soddisfare i palati più esigenti e alla continua ricerca di ricette creative.

Una volta ordinato, ci sarà tempo di rilassarsi e di concentrarsi su altri dettagli. Piccole cose che hanno tutto il diritto di essere citate, in quanto contribuiscono a rendere magico il locale. La luce, tenue, soffusa, capace di infondere tranquillità e di predisporre alla conversazione. La musica in sottofondo, raffinata, mai eccessivamente alta, ma nemmeno così bassa da non poter essere apprezzata. Il vino che nel frattempo vi verrà versato nei calici e che vi accompagnerà nel corso della serata. A questo proposito, un piccolo suggerimento: fate una scelta accurata, non siate timidi nel chiedere consigli. Troverete personale preparato che, potendo contare su un’ampia cantina di vini laziali e non, sarà pronto a suggerirvi le soluzioni migliori, a seconda del vostro gusto personale e dell’abbinamento coi piatti da voi ordinati.

Quando questi arriveranno, divertitevi a legare appieno tutti i colori del quadro, mescolando il pecorino grattugiato ai bordi del piatto col carciofo trionfante al centro e la pancetta croccante nascosta tra gli spaghetti alla chitarra.

Non abbiate paura di macchiarvi mentre soddisferete il vostro palato e darete sfogo alla vostra creatività: Q.B. è provvisto, altra rarità di questi tempi, di tovaglioli ampi e generosi, capaci di proteggere chiunque, perfino i clienti più distratti e inclini a sporcarsi.

Non temete di non conoscere la provenienza di ciò che mangerete. Basterà consultare il menù per trovare citata la Macelleria Massimo Zivieri, per la carne; la Pescheria del Pavaglione, per il pesce; Camt, per frutta e verdura; il Forno Calzolari, per il pane.

Infine, non abbiate timore di alleggerire troppo il portafoglio quando sarà il momento di chiedere il conto. L’ottimo rapporto qualità-prezzo è da sempre uno dei punti di forza di Q.B.

E ora, è giunto il momento di sorridere complici al vostro accompagnatore, appagato quanto voi, e di dirigersi verso l’uscita. Non dimenticatevi di chiudere la porta con garbo, alle vostre spalle. Per rispetto nei confronti delle altre persone, ancora impegnate a gustare le portate, e per rispetto nei confronti di un locale che è stato in grado di regalarvi un’esperienza unica.

Quanto Basta – Via del Pratello, 103 – Bologna

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.