BREAK THE SILENCE – Il grido dell’arte contro la violenza sulle donne

“BREAK THE SILENCE” è la mostra dedicata alle donne sul tema della violenza di genere.

Domani, mercoledì 22, si inaugura la mostra BREAK THE SILENCE dell’Associazione UniversiBO, un evento che vedrà l’esposizione di opere d’arte di artisti emergenti.
Alle 17, in via Galliera 62/d (presso i locali di Seven’s.bo che ospiterà la mostra da mercoledì a sabato), i volontari dell’associazione apriranno le porte di questo progetto, nato in ambito universitario tramite la collaborazione con artisti contemporanei.

L’obbiettivo è quello di sensibilizzare soprattutto le studentesse e gli studenti dell’Unibo su un tema delicato e presente, ma l’evento ha raccolto la partecipazione di molte altre persone anche fuori dal mondo accademico.
Il patrocinio del comune, infatti, dimostra proprio l’ampia risonanza del progetto.

 

Un lavoro paziente e meticoloso. Lo staff dell’associazione ha elaborato tutti i dati emersi dal questionario somministrato mesi addietro sul tema, e successivamente ha trovato nell’arte il messaggero più d’effetto.

Siamo in un’epoca frenetica in cui sensibilizzare è un’azione quasi obbligatoria.

Un’esistenza di corsa a volte lascia dietro di se tante cause importanti senza rendersene troppo conto.
Siamo spesso vittime di una società che preme sull’individualismo tramite le nozioni di lavoro e persino di famiglia. La solidarietà non è sinonimo di normalità, piuttosto un estraneo che meraviglia, ma che più spesso attizza polemica, scalpore e becere filosofie.

Ciò che le volontarie e i volontari del progetto hanno compreso è che l’arte, a suo modo, è un ottimo ambasciatore, capace di scuotere gli animi di chi ne viene a contatto.
Scuotere gli animi di chiunque, a prescindere dall’idea personale del tema.

 

È una mostra dedicata alle donne, che sono le protagoniste delle maggiori opere, ma è dedicata anche agli uomini, che possono certamente immedesimarsi. È importante ricordare che il genere è una caratteristica che ci contraddistingue, ma che non deve dividerci.

L’arte è il fronte di una battaglia comune che combattiamo ogni giorno, proprio grazie alle installazioni di quadri, sculture e fotografie sarà possibile anche esplorare il mondo femminile.

In un’era così moderna non potevano mancare una web series, che si intervallerà con un piccolo ciclo di conferenze da giovedì a sabato, a cura di esperti del settore.

Seguite la pagina facebook di UniversiBO per rimanere aggiornati e avere piccoli assaggi di ciò che vedrete in questi giorni. Clicca qui per partecipare all’evento e scoprire i dettagli delle conferenze.

Eugenia Liberato

Eugenia Liberato

Fuorisede di origini abruzzesi, vivo e studio a Bologna presso la facoltà di Lettere e Beni culturali. I miei interessi, per (s)fortuna, sono molti e molto diversi tra loro: la convivenza, infatti, è sempre sull’orlo della crisi. BBU è la mia passione, è il contenitore dei miei capricci e dei miei doveri. Recensisco film per passione, perchè oltre quella non ho altro. La cronaca sociale è il mio secondo ambito di interesse, ma ci sto lavorando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *