Un tempo, era conosciuto come Stefino. All’epoca, trionfava il blu. Oggi, si chiama Galliera 49. Il colore dominante è diventato il rosso.

Siamo in Via Galliera, al numero 49. Niente di più semplice. Nel cuore della grande Bologna, una piccola bottega capace di realizzare un gelato d’arte.

Alla base di tutto, la trasparenza del lavoro: ogni attività svolta, preparatevi, è completamente a vista. Macchine, attrezzature, personale all’opera: tutto è sotto i vostri occhi, disponibile a farsi osservare, per non lasciare spazio a dubbi circa le fasi fondamentali di realizzazione del gelato. Fasi che, curate da mani appassionate, esperte, perennemente affondate in materie prime freschissime, portano alla creazione di gusti unici. Con quale scopo? Riuscire a soddisfare tutti, dal cliente che non ama il rischio, e cerca quindi sapori conosciuti, a quello più originale, aperto alle novità, fino ad appagare le persone più sensibili e salutiste.

Apriamo le danze, dunque, lasciando la parola direttamente ai gusti. Per iniziare, un assaggio dei classici: immancabile crema alla scorza di limone, superbo pistacchio di Bronte, preziosa nocciola del Piemonte, afrodisiaco cioccolato fondente, energico caffè biologico ed equo solidale, cremoso yogurt greco, candido fior di panna.

Procediamo con gusti più arditi: fondente al pistacchio (in altre parole: un abbraccio tra il cacao e la specialità di Bronte… lanciatevi in una degustazione, non ve ne pentirete!) caramello salato (la cui ricetta proviene direttamente da Rio de Janeiro), e ancora cuba (con cacao e amarene di Cantiano… da non sottovalutare!), crema mediterranea (se amate i pinoli avete trovato ciò che fa per voi), caribe (realizzato con crema, rum cubano e bacche di vaniglia. Un piccolo avvertimento: quando l’assaggerete, le emozioni saranno parecchie, sarà vostro compito cercare di gestirle al meglio. Ricordatevi chi siete, dove siete, con chi siete) e tanti altri. Date loro una chance, non vi deluderanno.

Chiudiamo il cerchio nominando due gusti pensati appositamente per i palati vegani: mandorla e pistacchio. Gli ultimi a essere citati, tra i primi che dovreste assaggiare.

Se non aveste voglia di gelato, niente paura: ci sono ottimi sorbetti da sperimentare. Potere alla frutta, dunque: fragola, limone, pera e cannella (abbinamento superbo!), mela e spezie. Scegliete pure con calma, nessuno vi mette fretta.

E che dire delle granite? Realizzate, dalla prima all’ultima, nel pieno rispetto della tradizione siciliana. Limone, kiwi, mandorla, caffè, melone, pistacchio: sono tutti in fila, a vostra disposizione, pronti per essere assaporati singolarmente o in coppia. Nessuno vi impedisce infatti di ordinare una granita con due gusti, per cambiare sapore nel vostro palato, per cambiare colore nel vostro bicchiere.

Piccolo dilemma: avete pensato a dove gustare il vostro gelato? Nella tradizionale coppetta? In un elegante cono? O in una tonda, simpatica brioche, pronta per accogliere ciò che avete selezionato, assieme a una generosa quantità di panna montata? Perché, parliamoci chiaro: quando la scelta cade sulla brioche, i gusti con cui farcirla devono essere “seri”: scordatevi la parola leggerezza. Puntate a sapori ricchi, decisi, capaci di regalare gioie autentiche al vostro palato. La panna montata sarà la firma sul quadro che avete creato.

Il gelato è banale? Il sorbetto è triste? La granita è troppo liquida? Nessun problema, esiste sempre il jolly: il cannolo. Croccante, riempito al momento con ricotta fresca, senza aggiunta di canditi o cioccolato. Il massimo della semplicità, per raggiungere l’apice del gusto.

Fate una prova. Recatevi in via Galliera, avvicinatevi alla gelateria, e concedetevi qualche istante per osservare i volti delle persone che hanno già in mano il proprio gelato e sono in procinto di gustarlo. Non troverete uno sguardo perplesso, non scorgerete alcuna espressione delusa. Al contrario, preparatevi a vedere occhi scintillanti, bocche piene e soddisfatte, mani ben salde sul proprio bottino.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.