Terza puntata della “piccola guida ragionata allo slang bolognese” dedicata alla lettera “s”

"sblisgamento" in atto. Photo credit: SicurAUTO.it
“sblisgamento” in atto. Photo credit: SicurAUTO.it

S (sbi-sbro)

sbiavdoBOC /a/ agg. scialbo, senza mordente, sbiadito; “hai ridipinto la camera di un colore un po’ sbiavdo” ♦ dal dialetto ṡbiâvd agg. (=)

sbisciare v. spettegolare; N.V.P.

sblisgareBOC v. scivolare. Specialmente dopo le nevicate o i temporali a Bologna è piuttosto facile sblisgare sui pavimenti di marmo, o maltagliato, di certi portici; “non correre che si sblisga” ♦ dal dialetto ṡbliṡghèr v. (=)

sboccare /n/ v. vomitare; “c’è uno che sta sboccando in Petroni”. Vedi anche stracciare

sbocciare /n/ v. 1 divertirsi, fare festa; “stasera sbocciamo un lambrusco e un sigarello” 2 fare un’uscita poco felice; “cazzo sbocci coglione” ♦ per 1 probabilmente dal dialetto ṡbòcia s.m. baldoria, gozzoviglia, festino

sboldra s.f. donna di una certa età, spesso di facili costumi, priva di tatto e raffinatezza. N.V.P.. Vedi anche boldra

sboronata s.f. azione o cosa degna di considerazione, bella, fica; “il nuovo parquet del Cavina è una sboronata assurda”

sboroneBOCs.m., agg. 1 persona spavalda, vanitosa e piena di sé, che non perde occasione per pavoneggiarsi; “la smetti di fare lo sborone per favore?” bello, fico; “sboronissimi sti occhiali” ♦ per 1 dal dialetto ṡburån s.m. (=)

sbrandarsi v. il contrario di andare in branda, alzarsi dal letto; N.V.P.

sbragareBOCv. squarciare, danneggiare, rompere; “mi stavo arrampicando e mi sono sbragato la maglietta su una roccia” ♦ ṡbraghèr v. (=)

sbragarsi v. ridursi in condizioni pietose, di solito a seguito di una serata di baldoria; “ieri al Pratello ci siamo sbragati

sbrago s.m. taglio, squarcio, lacerazione; “certo che ti hanno fatto un bello sbrago per l’operazione al ginocchio”

sbrègaz /n/ s.m.pl. i ragazzi della balotta; “chiama gli sbrègaz per stasera”. Poco usato. vedi anche règaz, regis

sbrozzoBOCavv. grande quantità; “per lo Stato Sociale c’è stato uno sbrozzo di gente” ♦ dal dialetto ṡbruzé avv. (=), quantità contenuta in un baroccio (carretto con cui si trasportava la ghiaia dal Reno), cucciolata. Vedi anche botto, fottio, fracco, sbadilata, sbanderno, sporta

 

Elenco simboli e abbreviazioni

agg. ………………….aggettivo/aggettivale
avv. ………………….avverbio/avverbiale
BOC ………………… Bolognesità d’Origine Controllata
f. ……………………… femminile
Ga……………………. gergo degli ambulanti
Gl……………………… gergo dei ladri
Gm…………………….gergo dei muratori
inter. ………………..interiezione
inter. impr. ………interiezione impropria
loc. ……..……………locuzione
m. ..………………….maschile
prep. ………………..preposizione/preposizionale
pron. ………………..pronominale
s. ……………………..sostantivo
top. ………………….toponimo
v. ……………………..verbo/verbale
(=) ……………………di uguale significato

/n/ sta per nipoti e indica i lemmi coniati o utilizzati prevalentemente dai nati nel decennio’90-2000.
/a/ sta per antenati e indica i lemmi in dialetto o più vicini al dialetto, usati dai nonni e a volte dai nipoti.
I lemmi non seguiti dai simboli /n/ e /a/ non è stato possibile iscriverli in una categoria ben definita, per mancanza di dati certi sulle loro origini, o per il loro uso trasversale da parte degli appartenenti a tutte le generazioni, compresa quella di mezzo, cioè quella dei nostri genitori. La sigla N.V.P. (non verificato personalmente) identifica i lemmi per cui non abbiamo riscontro diretto, ma in uso in tempi o ambienti diversi da noi non vissuti o frequentati.

Per quanto riguarda l’ortografia dei lemmi è stato utilizzato l’OLM (Ortografia Lessicografica Moderna) del dizionario Bolognese – Italiano di Luigi Lepri e Daniele Vitali. All’occorrenza, abbiamo consultato il Dizionario Slang di Fernando Pellerano, il Vocabolario del Dialetto Bolognese di Gaspare Ungarelli e il volume edito dalla CARISBO Benéssum, alla ricerca dello stupore perduto errando fra dialetto e gergo a Bologna e dintorni di Andrea Mingardi. La fonte principe resta comunque l’esperienza personale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.