Qual è il modo migliore per compilare il Learning Agreement? A cosa conviene fare attenzione nel momento della scelta?

Rieccoci alla terza e ultima parte della nostra guida all’Erasmus+! Questa settimana parliamo del Learning Agreement (spesso abbreviato in LA), ovvero il documento che contiene le materie che svolgeremo all’estero e le loro corrispondenti nel proprio originario corso di laurea.

La compilazione del LA è svolta dallo studente completamente online, su AlmaRM. Per fare ciò occorre creare dei gruppi di corrispondenza, ovvero una (o più materie) da svolgere presso l’università partner e una (o più) dell’UniBo corrispondenti, che, se conseguite, verranno riconosciute al rientro.
Una volta salvate le modifiche effettuate, il documento sarà sottoposto alla duplice approvazione del proprio referente di scambio prima e del consiglio del proprio corso di studio poi.

Mentre la compilazione del Learning Agreement è piuttosto semplice e intuitiva, è consigliabile, in fase di scelta dell’università, verificare che le materie lì proposte:

  • siano simili a quelle che svolgeremmo in UniBo (altrimenti vi si potrebbe obiettare che non sia un piano di studi adeguato al vostro corso di laurea);
  • abbiano un carico di CFU simile.

È particolarmente importante verificare che il carico dei crediti corrisponda, poiché si può essere in credito o in debito di massimo 3 CFU in totale. Inoltre, è bene che anche i singoli gruppi di corrispondenza abbiano una corrispondenza bilanciata, onde evitare problemi con l’approvazione.

Le materie UniBo possono essere scelte tramite tre modi:

  • inserimento dall’elenco che comparirà su AlmaRM, cioè dall’elenco di materie previste dal nostro corso;
  • inserimento tramite codice consultando il catalogo materie di tutto l’Ateneo;
  • inserimento tramite settore disciplinare (metodo residuale). Si possono trovare tutti i settori disciplinari dell’ordinamento universitario italiano tramite l’apposito catalogo (qui sono presenti le relative descrizioni).

Se si desidera, si possono apportare modifiche al Learning Agreement per un massimo di due volte.

In conclusione, anche se leggendo potrebbe apparire diversamente, le cose da sbrigare per andare in Erasmus non sono poi così complicate! Personalmente non vedo l’ora di partire, sarà un’occasione unica per visitare un altro paese e vivere l’università in un contesto ricco di nuove possibilità!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.