#ScopriBologna – Le 6 Biblioteche imperdibili di Bologna

(Tempo di lettura 8 minuti)

C’era un professore di Letteratura Italiana che ci ripeteva sempre una frase del genere: “Non potrete dire di aver letto un libro fino a quando non proverete la soddisfazione di toglierlo dallo scaffale di una biblioteca e leggerlo su un tavolo di consultazione”. Forse le parole non erano esattamente queste, ma il messaggio era chiaro. Ci spingeva ogni giorno a scoprire nuove biblioteche, a visitare quelle delle città in cui andavamo.

Seguendo il consiglio del Professore, credo che oggi sia un giorno buono per cominciare a scoprire alcune delle più importanti, stravaganti e particolari biblioteche delle città in cui vi trovate. Fidatevi, quello delle biblioteche è un mondo tutto da scoprire..

1) BIBLIOTECA DELL’ARCHIVIO STORICO. (Via Galliera 3. Aperta dal Lunedì al Venerdì, dalle 09:00 alle 13:00)
E’ una biblioteca di dimensioni contenute, istituita negli anni Settanta da un nucleo di libri di varia provenienza, ma estremamente specializzata, ricca di titoli rari e talvolta unici nel panorama italiano, in particolare per la raccolta di libri antichi.
Questa struttura è consigliata anche a chi debba produrre ricerche riguardo le Università di tutto il mondo. Una sezione speciale è dedicata alla Storia dell’Università di Bologna, ma grande attenzione è rivolta anche alla storia delle università italiane e straniere: i volumi sono raccolti in una apposita sezione suddivisi per Paese e singole città universitarie.digital6502
Campi di interesse ulteriormente settoriali e ben approfonditi sono quelli della “Storia degli studenti” e la “Storia dell’istruzione”.

(Contatti: 0512088500 – Sito Internet http://www.archiviostorico.unibo.it/it/?LN=IT)

2) BIBLIOTECA D’ARTE E DI STORIA DI SAN GIORGIO IN POGGIALE (Via Nazario Sauro 20/2. Aperta Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì 09:00 – 13:00 e Martedì 09:00 – 17:00)
Suggestiva e unica nel suo genere la Biblioteca è situata nella Ex Chiesa di San Giorgio in Poggiale e ospita un patrimonio librario vasto e variegato: libri antichi, libri moderni (dal 1831 ad oggi), manoscritti, incunaboli, bandi, editti, notificazioni, opere in e relative alla musica. Oltre alla ricca offerta di volumi si può trovare un’importante emeroteca e un archivio fotografico.
Un importante progetto di Genus Bononiae permetterà la digitalizzazione e messa online di migliaia di documenti e libri sulla storia e l’eccellenza di Bologna.

(Contatti: 05119936352 – Sito Internet http://www.genusbononiae.it/palazzi/san-giorgio-in-poggiale/)

3) BIBLIOTECA DI CASA CARDUCCI (Piazza Carducci 5. Da Martedì a Sabato 09:00 – 13:00, Giovedì 09:00 – 17:00)
Giosué Carducci, bibliofilo appassionato, ha raccolto un numero cospicuo di opere che documentano il meglio della produzione letteraria dal XVI al XIX Secolo. Sono presenti edizioni antiche di testi rari, tutte filologicamente accertate e con i migliori commenti. Oltre alla raccolta di Carducci, completa anche di codici e autografi legati a grandi nomi europei dell’Ottocento, l’associazione “Casa Carducci” continua ad acquisire nuove raccolte e archivi per documentare in maniera completa e accurata la vicenda letteraria italiana dell’Ottocento e del Novecento.

(Contatti: 051347592 – Sito Internet http://www.casacarducci.it/)

4) BIBLIOTECA COMUNALE DELL’ARCHIGINNASIO (Piazza Galvani, 1. Aperta dal Lunedì al Venerdì 09:00 – 18:45 e il Sabato 09:00 – 13:45)
Forse la più maestosa e una delle più conosciute, la Biblioteca dell’Archiginnasio è luogo di “studi matti e disperati” di numerosissimi studenti di Bologna. La nascita della Biblioteca Comunale risale al 1801 ad opera del Dipartimento del Reno, trasferita poi nel 1838 nel palazzo dell’Archiginnasio. Qui si trova il patrimonio librario delle congregazioni religiose disciolte dai provvedimenti del periodo napoleonico e dal Regno d’Italia: il materiale venne organizzato per materia e collocato nelle antiche aule dello Studio dal bibliotecario Luigi Frati.
Non potendo mantenere la vocazione di documentazione generale, ci si orientò sempre più verso le discipline umanistiche, riservando attenzione a tutto ciò che riguarda la vita civile, politica e culturale di Bologna.

(Contatti: 051276811 – Sito Internet: http://www.archiginnasio.it/)

parete_di_libri5) SALABORSA (Piazza Nettuno, 3 – Aperta dal Martedì al Venerdì 10:00 – 20:00 e il Sabato 10:00 – 19:00)
Un’altra delle istituzioni di Bologna è sicuramente la Salaborsa: cuore della vitalità culturale bolognese, la sua posizione centrale l’ha sempre resa uno dei migliori punti di ritrovo per studenti e intellettuali.
Inaugurata nel Dicembre 2001, la Salaborsa è uno spazio culturale e multimediale all’Interno di Palazzo d’Accursio.
La struttura è una Biblioteca Multimediale di informazione generale che intende documentare la cultura contemporanea attraverso tutti i documenti disponibili: libri, giornali, riviste, mappe, video, cd audio, dvd. È dotata di una infrastruttura ad alto contenuto tecnologico che consente di offrire al pubblico un ampio accesso a nuovi servizi informativi e di telecomunicazione Inoltre da poco la piazza coperta della Biblioteca è stata intitolata a Umberto Eco.

(Contatti: 0512194400 – Sito Internet: http://www.bibliotecasalaborsa.it/home.php)

6) BIBLOTECA UNIVERSITARIA (Via Zamboni, 35. Aperta dal Lunedì al Venerdì 8:40 – 18:45 e il Sabato 8:40 – 13:20)
Entrando in questa Biblioteca Universitaria si fa un vero e proprio salto nel tempo. Aperta al pubblico per la prima volta nel 1756 da Papa Benedetto XIV, che aveva donato venticinquemila volumi a stampa e 450 manoscritti. Da quel giorno la crescita del Patrimonio della Biblioteca è stato costante, al punto da rendere necessarie numerose modifiche e ristrutturazioni nel tempo.
Come Biblioteca Universitaria è stata oggetto di numerose donazioni che hanno dato origine a fondi speciali, mentre, dal punto di vista bibliotecario, ha perseguito e svolge tuttora non solo la funzione di raccolta storico-retrospettiva, ma anche quello di centro di eccellenza nei settori dell’informazione catalografica e bibliografica. All’ingente patrimonio librario, che conta ormai oltre 1.250.000 volumi, si aggiunge la quadreria, composta di ben 400 ritratti di personaggi illustri.

(Contatti: 0512088300 – Sito Internet: http://www.bub.unibo.it/it-it/biblioteca-universitaria-di-bologna.aspx?idC=61676&LN=it-IT)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *