Nel fuorisede convivono due persone: l’adulto con la responsabilità di una casa, degli studi o del lavoro, e il ventenne che le responsabilità proprio non le vuole e pensa rimarrà giovane per sempre. Queste due persone si incontrano e qualche volta si scontrano, fondendosi negli scatti di momenti quotidiani e simbolici.
La mia fotocamera è stata un occhio nascosto che ha spiato e catturato questi istanti di vita, in modo che fossero condivisibili, che fossero di tutti.
Intendo la fotografia proprio in questo modo qui: un momento mio, che ho visto solo io, che nel momento in cui viene fermato con un click diventa anche tuo e nostro e vostro. Spero che possa creare della socialità, che possa essere un mezzo per far uscire la gente di casa e per incontrarsi, condividere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.